Damian Müller eletto Presidente di Swiss Medtech

Due nuove imprenditrici elette nel Consiglio direttivo

Il nuovo Presidente di Swiss Medtech si chiama Damian Müller. Il trentanovenne Consigliere agli Stati del canton Lucerna ha ringraziato per la fiducia e, in occasione della sua elezione, ha dichiarato: «Il medtech è di enorme importanza per l’economia svizzera e per l’assistenza sanitaria. Ribadire questa importanza esternamente è uno dei miei compiti principali in qualità di Presidente di Swiss Medtech.». Damian Müller siede da un anno nel Consiglio direttivo e prende il testimone di Beat Vonlanthen, che ha guidato con successo l’associazione negli ultimi sei anni in un contesto molto complesso. 

L’Assemblea ha inoltre eletto in Consiglio direttivo due nuove imprenditrici, che lavorano entrambe da oltre vent’anni nel settore della tecnologia medica. Juliette von Arx è CEO dell’azienda commerciale e tecnologica Lifestage Solutions SA e subentra a Harald Schatzl, che per anni è stato membro del Consiglio direttivo. Katrin Siebenbürger Hacki è CEO dell’impresa di Losanna Medows Sàrl e rivestirà un ruolo chiave nella costruzione di Swiss Medtech Romandia.

La Segretaria di Stato Helene Budliger Artieda, direttrice della Segreteria di Stato dell’economia (SECO), è intervenuta come relatrice ospite davanti ai circa 200 rappresentanti dell’industria svizzera del medtech in tema di «Politica economica in tempi incerti». Ha evidenziato che la politica industriale e il protezionismo, così come si stanno attualmente affermando, non sono la strada giusta per la Svizzera. «Per la Svizzera, l’integrazione nelle catene di approvvigionamento e nei mercati internazionali rimane cardinale. La SECO si adopera instancabilmente per promuovere il libero scambio e per smantellare le barriere commerciali di tipo tecnico, anche nell’interesse della diversificazione e della resilienza. Allo stesso tempo, stiamo facendo tutto il possibile per consolidare e ampliare le condizioni quadro favorevoli in Svizzera. In questo modo, garantiamo una solida base alle nostre aziende innovative e produttive, come quelle del settore medtech.»

Swiss Medtech rappresenta in qualità di associazione di categoria del settore medtech svizzero oltre 750 soci. Con 67’500 occupati e un contributo dell’11,5% al bilancio commerciale positivo della Svizzera, il medtech è un settore economicamente importante. Swiss Medtech si adopera per un settore in cui la tecnologia medica può fornire prestazioni di punta a beneficio di un’assistenza medica di prim’ordine.

swiss-medtech.ch